Viaggi & Tour
Cerca la tua vacanza
Testo
 
it en

Isoleinviaggio Tour Operator
Viaggi di gruppo e individuali in Sicilia, Malta & isole minori

Fondata dai coloni calcidesi intorno all'VIII a.C., l'antica Katane fu conquistata nel 476 a.C. da Ierone di Siracusa, che le diede il nome di Etna. Nel 461 a.C. i catanesi riconquistarono la città, ne scacciarono i coloni e le ridiedero il nome originario. I Romani la conquistarono nel 263 a.C. e sotto il dominio imperiale la città divenne un emporio commerciale di notevole importanza per i traffici nel Mediterraneo. Dopo un lungo periodo di decadenza, Catania ritornò a nuovo splendore sotto i Normanni, che la conquistarono nel 1071. Sotto la dinastia aragonese Catania visse un periodo felice, peraltro, testimoniato dalla fondazione della prima università siciliana, il Siculorum Gymnasium. Nel '500 gli spagnoli ne riplasmarono l'assetto urbano, edificando cinte murarie, porte, bastioni, chiese e palazzi di straordinaria bellezza. Nel 1669 una enorme colata lavica dell'Etna sommerse i quartieri occidentali ed interrò il porto. Nel 1693 un catastrofico terremoto ridusse la città a un cumulo di rovine, lasciando in piedi soltanto cinque edifici, tra cui il Castello Ursino. La successiva opera di ricostruzione della città durò per tutto il '700 e l'800: è allora che nasce lo splendido e inimitabile volto barocco di Catania, segnata ovunque dalla genialità e dalla grande sensibilità artistica dell'architetto Gian Battista Vaccarini, al quale si devono le più famose opere della città. L'utilizzo della pietra lavica, alternata alla pietra calcarea proveniente dalla provincia di Siracusa, ha conferito agli edifici di stile barocco una caratteristica impronta di "bianco e nero".

Emblema della città di Catania è la Fontana dell'Elefante, detta anche U Liotru, una statua di basalto nero collocata al centro della scenografica Piazza Duomo, dove sorge la splendida Cattedrale di Sant'Agata. All’interno vi si trova la tomba del musicista catanese Vincenzo Bellini ed una pregevolissima urna in cui sono racchiuse le reliquie della Santa patrona della città.

Lungo le vie del 'barocco' catanese, dalla via Etnea alla via dei Crociferi si trovano altri antichi ed affascinanti palazzi nobiliari, come il Palazzo Biscari, ed edifici religiosi, come la Chiesa della Badia di Sant'Agata, la Chiesa della Collegiata. Il bellissimo complesso del Monastero dei Benedettini risale al periodo rinascimentale ed è oggi della Facoltà di Lettere e Filosofia.
Catania, città di cultura sin dai tempi più antichi, conserva un Teatro Romano ed un Odéon risalenti al II secolo. L’Anfiteatro Romano, visibile solo in parte, occupa parte della centralissima Piazza Stesicoro. Edificato in epoca romana intorno al II secolo d.C., con i suoi 15.000 mila posti a sedere rappresenta uno degli edifici più grandi dell’epoca.

Da visitare è anche il Teatro Bellini, inaugurato nel 1890 con la Norma di Vincenzo Bellini e dotato di un’acustica eccellente.

Catania

Lorem ipsum dolor sit amet

Booking +39 095 7137198

d
0
 
Il tuo carrello è vuoto